logo pop
pop
giugno 29, 2020 - Lucca center Of Contemporary Art

TEEN4TEENS: il nuovo progetto del Lu.C.C.A., in collaborazione con Lucca Info&Guide, per coinvolgere il pubblico degli adolescenti

Il museo ha bisogno di cambiare linguaggio e di avvicinarsi sempre di più al pubblico dei giovani. In quest'ottica, il Lu.C.C.A. - #lucca Center of Contemporary Art lancia “Teen4Teens”, un nuovo progetto realizzato in collaborazione con l'associazione Lucca Info&Guide che vede gli adolescenti protagonisti.

“La museologia sta cambiando a livello mondiale – spiega il direttore del Lu.C.C.A. Maurizio Vanni –. Probabilmente il Covid-19 ha velocizzato un meccanismo che aveva già iniziato un'evoluzione e che vede il museo sempre più inclusivo e presente nella vita delle persone. Pensare a chi è in difficoltà o in stato di fragilità, alla terza età, ai bambinie alle famiglie con offerte personalizzate legate a laboratori e visite guidate speciali è un dovere. Non bisogna dimenticare, in particolare, anche gli adolescenti che vivono un'età di naturale ribellione. Per loro abbiamo pensato a 'Teen4Teens': chi meglio di un loro coetaneo conosce il linguaggio, i pensieri, gli stati d'animo, le problematicità di quell'età?”.

Sono stati selezionati quattro giovani – Alice Cambria, Federico Cetrulo, Beatrice Giampaoli, Iacopo Muchetti – che saranno formati per diventare “narratori museali”: dopo il primo periodo di training, iragazzi saranno chiamati a ideare delle visite guidate di taglio interdisciplinare che per due volte al mese proporranno gratuitamente ai loro coetanei. Il corso preparatorio sarà condotto da Maurizio Vanni, docente di Museologia e Marketing museale, e li vedrà impegnati in un modulo di 25 ore su “Public speaking: l'importanza della comunicazione non verbale”, “Storytelling: la narrazione diventa condivisa”, “Dall'idea al progetto: come trasformare un pensiero in azione”, “Workshop: la visita guidata interdisciplinare”.

“Ripartire dal futuro? Si può – conclude Vanni –, cercando di trasformare il museo in un punto di riferimento trasversale. La responsabilità sociale del museo impone un'attenzione a tutti i segmenti del pubblico generico: per realizzarla è indispensabile proporre offerte su misura”.

Alice Cambria

Laureanda in “Storia e Tutela dei Beni archeologici, artistici, archivistici e librari” presso l'Università di Firenze

Federico Cetrulo

Studente in “Lettere Antiche” presso l'Università di Firenze

Beatrice Giampaoli

Studentessa al Liceo Artistico Serale “Passaglia” di #lucca, indirizzo “Arte figurativa”

Iacopo Muchetti

Laurea triennale in “Scienza dei Beni culturali” presso l'Università di Pisa